fbpx

ORENO 2018 (TENUTA SETTE PONTI) – I GRANDI VINI DELL’ITALIAN WINE CRYPTO BANK

Ago 5, 2021

L’Italian Wine Crypto Bank (IWCB), la prima e unica banca del vino basata su blockchain, criptovalute e asset digitali, ha annunciato l’inserimento nel suo portfolio di Oreno 2018, l’incredibile Super Tuscan di Tenuta Sette Ponti che ha ottenuto i migliori riconoscimenti internazionali e catturato i wine lovers di tutto il mondo.

È l’ultima prestigiosa cantina italiana che ad aver aderito all’ IWCB nelle ultime settimane. Tra di esse: Allegrini, Arnaldo Caprai, Banfi, Baracchi, Sordo, Casa E. di Mirafiore, Casa Raia, Castello di Perno, Castello di Querceto, Elena Fucci, Fontanafredda, Poderi Gianni Gagliardo, Giuseppe Cortese, Negro Giuseppe, Il Carnasciale, Incontri Organic Wine, La Magia, Macchie Santa Maria, Macondo, Marchesi Mazzei – Castello di Fonterutoli, Mocali, Planeta, Poggio al Tesoro, Salvatore Molettieri, Tasca d’Almerita, Tenuta Impostino, Tua Rita, Vini Franchetti (Tenuta di Trinoro, Passopisciaro e Sancaba), Tenuta di Capezzana, Boroli, Barattieri e Tenuta Cucco.

 

Oreno 2018 Toscana IGT, Tenuta Sette Ponti

Nel cuore della Toscana, tra Firenze ed Arezzo, immersa in un suggestivo paesaggio si trova la Tenuta Sette Ponti che si estende per 300 ettari 54 dei quali volti alla coltivazione della vigna.

Il fiume Oreno, che attraversa la Tenuta, dà il nome a questa etichetta, che non solo è una delle più importanti produzioni dell’azienda, ma anche una delle migliori espressioni di taglio bordolese della Toscana.

L’eleganza e la raffinatezza del Merlot si coniugano alla struttura del Cabernet Sauvignon e alla finezza del Petit Verdot per dare vita a un vino complesso, fine e longevo.

Dopo la vinificazione in acciaio, matura per circa 18 mesi in barrique di rovere francese per poi affinare in bottiglia per 12 mesi.

La vista preannuncia la sua longevità: con un color rubino intenso e luminoso, con sfumature violacee e ricchezza di consistenza. Al naso si esprimono piacevoli sentori di piccoli frutti rossi: note di mirtillo e lampone si intervallano al ribes nero per poi evolversi in note di sottobosco e pepe nero, sino ad arrivare al cioccolato con ricordi di balsamico. Complesso ed elegante. All’assaggio presenta grande struttura, piacevolmente avvolgente e tannico che tenderà verso una trama sempre più setosa con una lunga evoluzione, garantita da un’ottima freschezza. Armonico e di lunga persistenza.

Perfetto abbinamento a carni rosse e selvaggina e con formaggi molto stagionati.

Numerosi premi e riconoscimenti internazionali tra cui va menzionato il punteggio di 98/100 ottenuto su Falstaff e 99/100 su Wine Spectator.

 

Le cantine invitate a diventare Partner dell’IWCB, gratuitamente e senza rischi, possono mettersi in contatto con:

Davide Casalin, Email: [email protected], WhatsApp: +39 339 718 2741

Samuele Viola, Email: [email protected], WhatsApp +39 347 748 2305