fbpx

JOAQUIN SARL PARTNER DELL’ ITALIAN WINE CRYPTO BANK

Mar 3, 2022

L’Italian Wine Crypto Bank (IWCB), la prima e unica banca del vino basata su blockchain, criptovalute e asset digitali, ha annunciato l’adesione al progetto anche dell’azienda vinicola Joaquin Sarl.
Anna Paclet, Wine Value Chief Analyst dell’IWCB ha confermato che la cantina di Lapio, in provincia di Avellino, aderisce con il “Joaquin 2013 Piante a Lapio” Fiano Campania IGT.

Joaquin, il lungimirante progetto di Raffaele Pagano, è l’ultima prestigiosa cantina italiana ad aderire in ordine di tempo all’ IWCB nelle ultime settimane. Tra di esse: Allegrini, Argiano, Arnaldo Caprai, Banfi, Baracchi, Barattieri, Boroli, Cantina San Filippo, Casa E. di Mirafiore, Casa Raia, Castello di Perno, Castello di Querceto, Elena Fucci, Fontanafredda, Giuseppe Cortese, Il Carnasciale, Incontri Organic Wine, La Magia, La Regola, Le Chiuse, Macchie Santa Maria, Macondo, Marchesi Mazzei – Castello di Fonterutoli, Michele Satta, Mocali, Monteraponi, Negro Giuseppe, Planeta, Poderi Gianni Gagliardo, Poggio al Tesoro, Ricasoli 1141, Salvatore Molettieri, Salustri, Sordo, Tasca d’Almerita, Tenuta Cucco, Tenuta Impostino, Tenuta Sette Ponti, Tua Rita and Vini Franchetti (Tenuta di Trinoro, Passopisciaro and Sancaba).

 

“Joaquin 2013 Piante a Lapio” Fiano Campania IGT by Joaquin Sarl

Piante a Lapio dell’azienda vinicola Joaquin è ottenuto da vitigni di Fiano, tipici della campagna d’Avellino nel cuore dell’Irpinia. Riconosciuto come uno dei Fiano più interessanti ed affascinanti del territorio Campano, è il risultato di un’attenta selezione delle vigne più antiche del territorio, portato avanti dal titolare Raffaele Pagano. Le viti prefillossera, quasi centenarie, offrono infatti grappoli in grado di concentrare il nettare prezioso delle uve dando vita ad un vino dalle spiccate qualità organolettiche e di estrema eleganza.
La vinificazione avviene in botti di castagno di secondo passaggio, realizzate con legno di Agerola, limitando l’ossidazione e le note legnose, a favore di sentori fruttati e floreali distintivi del vino, al contempo arricchito da un corredo olfattivo complesso.
Dal colore brillante giallo oro intenso, al naso spiccano sentori di ginestra e rosa gialla, per poi lentamente schiudere note di pepe bianco, miele e vaniglia e un delicato retrogusto di nocciola.
Abbastanza morbido al palato è ben bilanciato da una piacevole freschezza e caratterizzato da un lungo finale che lo rende un ottimo abbinamento anche a piatti più strutturati come coda di rospo in salsa di acciughe, ma si sposa benissimo ovviamente anche con piatti a base di pesce e carni bianche, nonché formaggi stagionati ed erborinati.

Per ulteriori informazioni su come essere invitati a diventare partner IWCB, gratuitamente e senza rischi, si può contattare:

Anna Paclet, Email: [email protected], WhatsApp: +39 3284004123